+39 0461 831042

Referenze

Il vostro partner

Guarire rapidamente gli stiramenti con BEMER

Zerrungen

La terapia fisica vascolare BEMER può contrastare entro limiti naturali una microcircolazione insufficiente.

Ma come funziona la terapia vascolare?

Attraverso la trasmissione di segnali elettromagnetici si stimola il movimento di pompaggio dei microvasi per normalizzare il flusso sanguigno al'interno di essi (stimolo - risposta) e quindi rifornire meglio le cellule dell'organismo. L'utilizzo della Terapia fisica vascolare BEMER consente anche di abbreviare la durata del dolore dovuto agli stiramenti muscolari. Soprattutto gli sportivi apprezzano l'efficacia della Terapia fisica vascolare BEMER non solo per la sua capacità di velocizzare i processi di guarigione in caso di stiramenti, distorsioni, strappi muscolari e dei legamenti ecc., ma anche di prevenirli. Infatti, grazie ad un’irrorazione sanguigna dei microvasi adeguata alle necessità contingenti, la Terapia fisica vascolare BEMER accorcia le fasi di riscaldamento e di raffreddamento e consente così una più rapida rigenerazione e allenamenti più efficaci. Viene inoltre favorita un'immediata riparazione delle microlesioni, prevenendo così in modo efficace conseguenti lesioni più gravi, cosa che risulta utile non solo per gli sportivi ma anche per la vita quotidiana di chiunque. La Terapia fisica vascolare BEMER non è in grado di impedire strappi muscolari comuni, ma può far sì che i relativi processi di guarigione siano sensibilmente più brevi. Non bisogna poi dimenticare che i campi di applicazione della Terapia fisica vascolare BEMER non si limitano ad attivare le capacità di autoguarigione, ma sono applicabili anche in numerosi altri settori. Ne sono un esempio il rafforzamento della reazione immunitaria, l'ottimizzazione delle prestazioni mentali, l'influenza positiva sulla generale sensazione di benessere, sulla salute e sul sonno, il rinforzo dei riflessi, la terapia complementare in caso di malattia e tanto altro ancora.\n Riassumendo, la Terapia fisica vascolare BEMER migliora enormemente la qualità della vita nel complesso, cosa che assume un valore prezioso proprio per nell’odierna società fortemente competitiva o anche in svariati settori della sfera privata.\n Una prova dell'efficacia della Terapia fisica vascolare BEMER? \n Negli ultimi 15 anni sono stati pubblicati 46 articoli sulla terapia BEMER e una serie di studi scientifici riportati su PubMed che dimostrano l’efficace azione protettiva e preventiva attribuita alla Terapia BEMER.

Informatevi subito

I vostri contatti

Cos'è lo strappo muscolare

Che fare in caso di stiramenti?

Basta un attimo di distrazione: gli stiramenti muscolari sono purtroppo all'ordine del giorno. E le occasioni sono molteplici: mentre si pratica sport (dove si verificano con più frequenza), a seguito di una slogatura facendo una passeggiata o jogging, o a causa di un sovraccarico costante. Ma gli stiramenti sono in agguato anche solo facendo le pulizie di casa, ad esempio lavando le finestre, e le loro conseguenze sono dolori, versamenti e tumefazioni. Per rimediare bisogna agire il prima possibile. Innanzitutto è però importante capire cosa sia uno stiramento: gli stiramenti muscolari sono lesioni dell'apparato locomotore o più precisamente di muscoli e legamenti. Ogni stiramento è riconducibile a un'estensione eccessiva, ma a differenza degli strappi di muscoli o legamenti in cui il tessuto si lacera completamente perché è stato superato il suo limite di resistenza, in questo caso rimane solitamente per lo più intatto. Si verificano piuttosto piccole lesione del tessuto e dei vasi, denominati in medicina microtraumi. Queste lesioni causano la formazione di tumefazioni perché il sangue fuoriesce dai vasi colpiti e penetra nei tessuti circostanti. La lesione a sua volta preme sui nervi e causa così la sensazione dolorosa. Spesso si tratta di infortuni apparentemente minori, ma nel tempo possono portare ad un handicap. Gli sportivi li conoscono purtroppo molto bene, ma anche chi svolge lavori fisici può subire i fastidiosi effetti di uno stiramento. Generalmente si distingue innanzitutto fra stiramenti dei legamenti e dei muscoli. Lo stiramento dei legamenti è causato da una iperdistensione dei tendini o dei legamenti dell'articolazione; diversamente dallo strappo, però, i legamenti continuano a svolgere la loro funzione di guida e stabilizzazione. Lo stiramento muscolare consiste nella lesione dell'unità più piccola dei muscoli (i cosiddetti sarcomeri). Le cause sono solitamente movimenti improvvisi e troppo violenti, spesso a livello del piede, del polpaccio, della coscia o del braccio. Per chi è vittima di uno stiramento, tutto ciò non fa all'inizio alcuna differenza perché il dolore si avverte comunque immediatamente: tipicamente si tratta di versamenti, tumefazioni e dolori provati contraendo e muovendo i muscoli. Inoltre il dolore si affievolisce sensibilmente se l'area del corpo colpita non viene utilizzata o è tenuta a riposo; tuttavia, appena il muscolo in questione viene sottoposto a sforzo, si ripresenta il dolore causato dallo stiramento. Il tipo di dolore avvertito è per lo più spasmodico e acuto. Bisogna quindi agire subito: Il primo intervento è quello definito Protocollo RICE, ben noto soprattutto agli sportivi.

Il principio RICE in caso di stiramenti

Il "Protocollo RICE" è un acronimo inglese che descrive le fasi dei rimedi da adottare in caso di stiramento, ovvero: riposo, ghiaccio, compressione, elevazione. Ciò significa anzitutto che il soggetto colpito non deve continuare a svolgere il movimento, ma fare una pausa e mettersi a riposo: poi bisogna raffreddare le tumefazioni e/o i versamenti, meglio se con borse o sacchetti del ghiaccio o, se questi non fossero disponibili, con dell'acqua fredda. In seguito va applicata una compressione, ovvero una fasciatura, per evitare l'espandersi del gonfiore. Infine, tenendo in posizione elevata la parte colpita da stiramento si diminuisce l'afflusso di sangue e, al contempo, il liquido che è fuoriuscito nel tessuto viene allontanato più rapidamente. In seguito si consiglia vivamente di rivolgersi ad un medico perché i non esperti difficilmente possono distinguere uno stiramento da uno strappo. Se si tratta effettivamente "solo" di uno stiramento, la soluzione è spesso avere pazienza e lasciare che il naturale processo di guarigione faccia il suo corso. Quest'ultimo può però essere accorciato se i processi di autoguarigione e riparazione dell'organismo vengono supportati.

I processi di autoguarigione e riparazione dell'organismo

Gli incredibili processi di autoguarigione e riparazione dell'organismo sono in grado di assicurare in ogni momento la sua funzionalità al livello migliore possibile, anche in caso di un sovraccarico dei processi di regolazione (come nel caso di uno stiramento) in cui il corpo cerca di risolvere da sé questi malfunzionamenti. Ecco perché i processi di autoguarigione influenzano la guarigione di ferite dissolvendo e rimuovendo i tessuti distrutti dalla lesione. Per potere efficacemente aiutare tali meccanismi dei processi di autoguarigione propri dell'organismo, nel caso dei processi rigenerativi, e quindi anche in quello degli stiramenti, è fondamentale stimolare o ripristinare una buona microcircolazione. Quest'ultima riveste un ruolo rilevante per l'organismo, dato che svolge numerosi compiti: influenza la pressione sanguigna, stimola lo scambio di calore, trasporta alle cellule ossigeno e sostante nutritive. Inoltre, grazie alla circolazione sanguigna vengono rimosse dalle cellule tutte le sostanze nocive e le tossine. Bisogna infatti sapere che il corpo umano consta di 80 - 100 bilioni di cellule; per poterle raggiungere tutte, il sangue deve circolare senza sosta lungo il nostro corpo percorrendo le arterie grazie alla pressione esercitata dal cuore. Queste si ramificano divenendo sempre più piccole e sottili e riducendo il proprio diametro; infine il sangue raggiunge i capillari, i vasi più piccoli del corpo umano. Quest'area e quelle immediatamente precedenti e seguenti i capillari vengono chiamate microcircolazione. Un buona microcircolazione è fondamentale per il corretto approvvigionamento e per la pulizia delle cellule dei tessuti; la circolazione sanguigna, se ottimizzata, migliora l'apporto di sostanze nutritive ai tessuti interessati, contribuisce a ridurre le infiammazione e stimola sensibilmente il processo di guarigione, anche nel caso di stiramenti. La microcircolazione può essere aiutata con un dispositivo tecnico-medico quale ad esempio la Terapia fisica vascolare BEMER.